Gli edifici in pietra con ricchi elementi architettonici, specialmente i ballatoi, furono costruiti probabilmente nel XIX secolo. I cortili sono pavimentati in pietra, nel paesino troverete anche un pozzo risalente al 1909 e ricostruito durante la seconda guerra mondiale. Si annovera che il paesino non ha una chiesa, ma solo una cappella.

Oltre alla visita dei casali, consigliamo la visita del mulino Bembič-Ćelov della prima metà del XX secolo, situato nella valle del Malinska.

Ad Abitanti potete ammirare anche una quercia che secondo alcune fonti è la più antica dell’Istria, due gelsi bianchi e due viti di refosco locale vecchie 150 anni e perciò protette. Nel paese si sta lentamente reintroducendo l’allevamento del bestiame – qui è ritornato il boscarino, il bovino istriano dalle lunghe corna.

Il villaggio è stato per un periodo disabitato, fatto ironico se pensiamo all’origine del suo nome (dal latino haitatores o dall’italiano abitanti). Ma negli ultimi anni si registra un incremento di residenti.

Dal 1987, l’intero villaggio è classificato come monumento di importanza locale (patrimonio insediativo).