L’olio d’oliva e i nobili vini delle colline assolate della verde destinazione di Capodistria sono apprezzati dagli esperti internazionali più rigorosi e raggiungono ottimi risultati nei concorsi di livello mondiale. Le specialità culinarie locali come i fusi con tartufo, la frittata agli asparagi selvatici, il prosciutto, i bobici e le altre pietanze tradizionali si possono gustare nelle osterie, negli agriturismi e nelle osmize dell’entroterra verde capodistriano.

È possibile, inoltre, scoprire le peculiarità gastronomiche e i sapori istriani più genuini agli eventi che si svolgono a Capodistria durante tutto l’anno. Il festival internazionale dei dolciumi e dei prodotti dolci – Dolce Istria, che si svolge a settembre, è un’ottima opportunità per assaporare i dolci istriani, tra i quali non mancano mai le fritole, i crostoli, le soppe e altre specialità, oltre ad altri veri e propri capolavori della cultura dolciaria slovena e straniera. Le giornate dell’agricoltura dell’Istria slovena offrono prelibatezze delle aziende agricole slovene, il miele, i salumi e altri prodotti caserecci. Il vostro palato sarà accontentato anche agli eventi di maggio Capodistria si presenta e Festa del Refosco (a Marezige), altre al evento Profumo d’Istria che si tiene a settembre nel paesino di Krkavče. Inoltre, Capodistria annovera numerosi altri eventi dal tocco gastronomico, quali il Paninfest, oppure gli eventi come Cucine aperte, Viva la pasta!, La campagna in città, Dal viticoltore all’olivicoltore, nonché le tradizionali feste di San Martino e altre.

Olio d'oliva

L’olio d’oliva di origine geografica protetta dell’Istria slovena attira l’attenzione dei più rigorosi valutatori internazionali. L’olio extra vergine di oliva, prodotto da molti olivicoltori di Capodistria, vanta un caratteristico colore verde-dorato e un aroma nonché un gusto eccezionale che lo rendono un condimento indispensabile nella cucina mediterranea. Grazie alle sue numerose proprietà benefiche, in Istria viene chiamato anche “oro liquido".

Vino

Il refosco, la malvasia ed il moscato giallo sono le varietà di vino più famose e diffuse nella regione vinicola dell’Istria slovena. Il refosco vanta un colore rosso rubino e un sapore ricco, mentre la malvasia, con il suo caratteristico profumo ed un colore giallo chiaro con sfumature verdastre, è ritenuta la regina dei vini bianchi istriani. I viticoltori e le cantine vinicole del Capodistriano producono vini di varietà e macerazione diversi che ottengono i più prestigiosi riconoscimenti in patria e nel resto del mondo.

Pesci e frutti di mare

Il pesce, i molluschi e gli altri frutti di mare sono elementi importanti della cucina istriana. Tra i piatti tipici troviamo il savor, ovvero pesci fritti (come le sarde ed i sardoni), marinati nell’aceto e nella cipolla, molluschi alla busara (ossia in sugo rosso), il brodetto e, ovviamente, i pesci, i calamari e i diversi frutti di mare serviti in vari modi.

Prosciutto

Il prosciutto istriano è considerato uno dei prodotti più popolari della carne suina. Nella zona dell’Istria il prosciutto viene prodotto in modo speciale. Oggi è protetto e la sua qualità è riconosciuta in tutto il mondo. Solitamente viene servito accompagnato da formaggio, olive e pane fatto in casa.

In Istria lo adorano anche semplicemente rosolato su olio d’oliva e condito con il vino refosco. Il prosciutto viene spesso aggiunto anche a varie pietanze.

Frittata

Le uova sono tradizionalmente presenti in molte pietanze e la frittata è sicuramente uno dei piatti a base di uova più amati. Si tratta di una sorta di omelette, ovvero di uova sbattute e salate, fritte nell’olio d’oliva. In Istria alle frittate si aggiungono gli asparagi, i tartufi, le salsicce, il prosciutto e molto altro ancora.

Baccalà

Il baccalà è un piatto freddo, ovvero una crema spalmabile a base di baccalà essiccato, aglio e olio d’oliva. In Istria, il baccalà viene preparato già dai tempi della Repubblica di Venezia e tradizionalmente si prepara in occasione della viglia di Natale. É possibile prepararlo in rosso, ossia con la salsa di pomodoro, con patate, in brodetto, fritto, marinato, sebbene il modo più diffuso è il “baccalà in bianco”.

Bobici

I bobici sono una minestra tipica istriana. Sebbene le varianti delle ricette sono oramai molte, alla base rimane il mais, con l’aggiunta di fagioli e patate.

Risi e bisi

Risi e bisi è un piatto piuttosto semplice che unisce piselli freschi e riso. In Istria, risi e bisi è una pietanza a metà tra minestra e risotto. Anche questa ricetta è comparsa sulle tavole istriane già ai tempi della Repubblica di Venezia.

I crostoli

I crostoli sono un dolce croccante di forma caratteristica che in Istria vengono serviti tradizionalmente in occasione delle principali festività e celebrazioni. Sebbene le ricette siano molte, tra gli ingredienti base rimangono la farina, lo zucchero, lo strutto o l’olio e la grappa o il vino bianco.

Le fritole

Le fritole sono un dolce tipico istriano, caratteristico del periodo di Natale e del carnevale. In sloveno sono dette anche “miške” (o topini), in quanto la loro forma li ricorda. Si tratta di un impasto dolce fritto, il cui gusto assomiglia ai krapfen ovvero ai bomboloni fritti. Alcune ricette prevedono di arricchirli con uva passa o yogurt.